5 anni dopo di nuovo insieme.

"Squadra che vince non si cambia", al massimo si allarga.

È così che questa volta abbiamo lavorato per Francesco Zaccaria assieme a uno staff largo, composto da FF3300 e Pazlab, Patrizia Nettis, Mimmo Capozzi e Tiberio Potenza.

La campagna elettorale è stata molto lunga, motivo per cui abbiamo impostato un racconto "in 3 atti": un teaser, una fase relativa al racconto di quanto fatto, una fase relativa a quanto resta da fare

L'obiettivo della strategia di comunicazione è stato duplice, da una parte abbiamo lavorato per decostruire i frame avversari, dall'altra costruire dei frame utili al racconto, all'interno di un progetto di coalizione che pur facendo perno sul PD, metteva al centro il rinnovamento della società, attraverso diverse liste civiche composte con grande cura, mettendo insieme persone di valori.

Dalla campagna di cinque anni fa abbiamo ereditato la "Z", il sigillo.

Questa volta, però, abbiamo lavorato, almeno inizialmente, in un modo diverso: abbiamo progettato delle "Z" materiche, fatte di cose.

Si parla di costa? Allora è sabbia. Si parla di ambiente? Terra. Si parla di mobilità e infrastrutture? Asfalto. Si parla di cultura e scuola? Libri. Si parla di sport? Oggetti utili. E così via.

Nella seconda fase, dopo il teaser, ci siamo concentrati sulla realizzazione di un opuscolo e diverse clip video, che riassumevano gli elementi centrali del racconto, i nostri argomenti. Questi sono poi diventati contenuti per i social, sotto forma di card e stories. A questi contenuti si sono poi aggiunti quelli di una comparativa prima / dopo realizzata per consolidare il frame della trasformazione in atto.

Da "un taglio col passato" (il leitmotiv di cinque anni fa) a "il segno del cambiamento".

Nella parte finale della campagna abbiamo facilitato il lavoro del team di volontari che hanno prodotto autonomamente molti contenuti utili, sopratutto in forma di video.


Font in use:

→ Divenire — FF3300 + Luciano Perondi — CAST


Progetti della stessa tipologia

TUTTI I PROGETTI